News ed eventi

Link istituzionali

 

Le biblioteche delle Fondazioni Ranieri di Sorbello e Marini Clarelli Santi di Perugia - Il ruolo di due biblioteche di famiglia tra passato e presente

Le biblioteche private nascono dalle necessità e dai desideri bibliografici personali e si sviluppano rispecchiando gli interessi di ricerca o di passione delle singole persone. Forniscono, sotto vari  aspetti, indicazioni preziose per la conoscenza dei possessori che le hanno create.

Le raccolte librarie, realizzate da collezionisti esperti, per la loro omogeneità e compattezza disciplinare presentano un livello di elevata qualità letteraria e libraria diventando degli autentici modelli bibliografici.

Spesso, infatti, nella ricerca di bibliografie specializzate, sono proprio le biblioteche private a rappresentare la più ricca e dettagliata realtà bibliografica.

Le biblioteche delle Fondazioni Ranieri di Sorbello e Marini Clarelli Santi di Perugia ne rappresentano degli eccellenti esempi.

Le due Fondazioni nascono con l'obbiettivo di presentare e valorizzare il ricchissimo patrimonio artistico e culturale di famiglia e la biblioteca, custodita all’interno dei loro prestigiosi palazzi "Palazzo Sorbello" e "Palazzo degli Oddi" poi "Marini Clarelli", rappresenta il fulcro attorno al quale si sviluppa, in molti casi, ogni iniziativa.

La Fondazione Ranieri di Sorbello è stata istituita a Perugia nell'aprile del 2012. Conserva, oltre alla preziosa biblioteca, un ingente patrimonio culturale di famiglia composto da alcuni archivi in parte legati alla storia familiare e in parte di altra provenienza pervenuti a vario titolo, da collezioni d’arte, antiche porcellane, tessuti ricamati, carte geografiche, stampe e disegni. La biblioteca è costituita da volumi di grande valore che traggono origine dalle collezioni settecentesche appartenute ai tre fratelli Uguccione III (1737-1816), Diomede (1743-1811) e Ugolino (1745-1809) esponenti dell’antico casato marchionale dei Bourbon Del Monte di Sorbello, tutti eruditi ed appassionati bibliofili. L'inventario più antico del patrimonio bibliografico risale al 1802; fu redatto da membri della famiglia Ranieri testimoniando, sin dalle origini, quell’innato interesse a raccogliere, conoscere e preservare il patrimonio librario. L'inventario è stato digitalizzato ed è consultabile sul sito: www.catalogo1802.wordpress.com.

La biblioteca, specializzata in storia di Perugia, storia dell'Umbria, storia della seconda Guerra mondiale e in letteratura di viaggio, è aperta al pubblico dal 1998.

La Fondazione Marini Clarelli Santi conserva, oltre la storica biblioteca (sec. XVI-XX), l'archivio di famiglia, collezioni d'arte ed in particolare una raccolta di disegni e stampe, una quadreria, una raccolta di cartoline e francobolli, arredi storici originali del palazzo.

La Fondazione si è costituita a Perugia nel 2008 per disposizioni testamentarie di Barbara Marini Clarelli Santi, che volle destinare la residenza a “Casa Museo”, fruibile al pubblico. La Fondazione porta anche il nome del marito di Barbara Marini Clarelli, lo storico dell’arte Francesco Santi, già direttore della Galleria nazionale dell'Umbria e, successivamente, soprintendente ai monumenti e gallerie di Perugia. La Fondazione conserva l'archivio privato di Francesco Santi, mentre la biblioteca privata, per volontà dello stesso soprintendente, è conservata presso la biblioteca della Galleria nazionale dell'Umbria.

La consultazione della biblioteca della Fondazione, specializzata in storia della famiglia degli Oddi, storia locale e storia dell'arte, è aperta agli studiosi esterni dal 2008.

Le due biblioteche, pur essendo state messe a disposizione di un pubblico più vasto, hanno mantenuto la connotazione di biblioteche volte a studi qualificati.

La Soprintendenza archivistica e bibliografica dell'Umbria e delle Marche, rispettivamente negli anni 2017 e 2019, ha dichiarato di eccezionale interesse culturale la biblioteca della Fondazione  Ranieri Sorbello e della  Fondazione Marini Clarelli.

Per conoscere il patrimonio bibliografico conservato in queste biblioteche, sia nella sezione recente sia in quella antica, è possibile accedere direttamente dai singoli siti delle Fondazioni.

Fondazione Ranieri di Sorbello: “ www.fondazioneranieri.org” alla pagina “Biblioteca-Archivi”

Fondazione Marini Clarelli Santi: "www.fondazionemariniclarellisanti.org” alla pagina “Biblioteca”.

 

Accesso Utenti

Social media

Motore ricerca